Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Dal GALA TOSCANA ESORDIENTI al debutto a SAN SIRO

Ecco la splendida storia di Jacopo Fazzini, il viareggino quasi diciannovenne, partito dal Cgc Capezzano e ora arrivato in Prima squadra all'Empoli

E' il settimo minuto del primo tempo supplementare di Inter-Empoli, ottavo di finale di Coppa Italia che si è giocato ieri sera a San Siro. Aurelio Andreazzoli, tecnico dell'Empoli, gli dice solamente: "Gioca come fossi in Primavera". Lui, Jacopo Fazzini, classe 2003, non lascia tradire alcune emozione. Entra, si sistema sul centro sinistra nel centrocampo azzurro e lotta su tutti i palloni con grande impeto. Alla fine c'è l'amarezza per il risultato finale, ma grande è la soddisfazione per un debutto in prima squadra sognato da anni. E poi, in un tempio del calcio come San Siro.
 
"I sogni si avverano, se si ha il coraggio di crederci - annuncia il Cgc Capezzano sulla sua pagina facebook - Con immensa soddisfazione ed orgoglio tutto il C.G.C. Capezzano Pianore 1959 si congratula con Jacopo, cresciuto nel nostro settore giovanile, per l’esordio in Coppa Italia nella “Scala del Calcio” di San Siro per Inter-Empoli".
 
Jacopo vive a Viareggio vicino la "mitica" Passeggiata con i genitori Daniela e Paolo. Ha una sorella Carolina e una fratello, Tommaso, classe 2001, cresciuto anche lui con il Cgc Capezzano, che attualmente gioca con il Tau Calcio Altopascio in Eccellenza e che nell'estate del 2021 ha vinto lo Scudetto con il Viareggio Beach Soccer Under 20. E' stato anche convocato nell'Italia per il campionato europeo. Dopo aver conseguito la maturità, Jacopo ora si è iscritto all'Università nella facoltà di Scienze Motorie.
 
La sua storia calcistica inizia nella Scuola Calcio del Cgc Viareggio, storico club bianconero, dove incontra Marco Bertelli, ex calciatore professionista, diventato poi apprezzato talent scout (oggi è uomo Inter per la Toscana). Bertelli passa al Cgc Capezzano e nella stagione successiva Fazzini lo segue entrando a far parte del club del presidente Ivo Coli.
 
Con il Cgc Capezzano Jacopo lo ricordiamo protagonista in diversi tornei organizzati da TOSCANAGOL. Nella stagione 2014-2015 giocava con il gruppo 2002 che vinse la MINICUP ESORDIENTI B, superando nella finale di San Giuliano Terme il Santa Firmina con il punteggio di 4-0. Pochi mesi dopo, sempre con il 2002, Fazzini e il Cgc Capezzano trionfano nel GALA TOSCANA ESORDIENTI MCDONALD'S, superando il Tau Calcio Altopascio nella finale giocata anche stavolta al "Bui" di San Giuliano Terme. Fazzini viene premiato al termine come uno dei "migliori giocatori" del torneo. 
 
Nella stagione successiva, 2015-2016, Jacopo partecipa nuovamente al GALA, stavolta con il gruppo 2003 che arriva alla finalissima stavolta allo stadio "Mannucci" di Pontedera. Qua però vince il Tau Calcio Altopascio. Jacopo viene ancora una volta premiato tra i "migliori giocatori" del torneo.
 
fazzini-al-gala-2
Jacopo Fazzini premiato al GALA TOSCANA ESORDIENTI MCDONALD'S
 
Successivamente si apre la terza fase della storia calcistica di Fazzini. Il Cgc Capezzano in quegli anni era un Centro di formazione del Milan e ci si aspetta un suo passaggio al club rossonero sulla scia di altri ragazzi versiliesi approdati negli anni precedenti al settore giovanile rossonero. Così invece non avviene. Nel frattempo Marco Bertelli aveva lasciato Capezzano e all'inizio della stagione 2014-2015 diventa responsabile del settore giovanile dell'Empoli. Chiede e ottiene l'arrivo di Jacopo che inizia la sua trafila nel club azzurro: Giovanissimi, Allievi, poi la Primavera con la quale nel 2021 vince il titolo di Campione d'Italia.
 
Lo ricordiamo come trequartista con il fiuto del gol, oggi Jacopo sta diventando un centrocampista universale, capace di giocare un po' in tutti i ruoli in mezzo al campo. Ha intelligenza tattica, senso negli inserimenti e ottime capacità aerobiche. Sta completando la sua maturazione fisica e ora è atteso un suo prossimo debutto in serie A. Per lui si potrebbero aprire prospettive per una carriera calcistica importante.
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/01/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,04501 secondi